AGGIORNAMENTI:

Quest’estate ci stiamo dedicando alla preparazione del prossimo semestre. Come abbiamo già menzionato prima, ogni semestre organizziamo il nostro viaggio “seguendo le orme di Paolo”. Negli ultimi quattro semestri siamo stati a Roma (Atti 27,28), Siracusa – dove Paolo rimase per tre giorni, e Malta – dove Paolo naufragò. Ogni posto è davvero unico. E’ davvero stimolante visitare i posti menzionati dalla Bibbia, vedere i luoghi in cui Paolo è stato e dove ha fatto cose incredibili per diffondere il messaggio del vangelo in tutto il mondo.

La prossima destinazione del nostro “Seguendo le Orme di Paolo” sarà.. Atene, Grecia! Alcuni giorni fa, nel mio studio biblico personale, stavo leggendo riguardo la visita di Paolo ad Atene in Atti 17. Fu profondamente toccato dal popolo che si era completamente dato all’idolatria. In un certo senso il suo pubblico era interessato ad ascoltarlo, anche perché “non avevano passatempo migliore che quello di dire o ascoltare qualche novità”. Quello era il posto in cui prese una posizione e parlò loro di Dio in una maniera tale che le persone avrebbero potuto capire. Alcuni rigettarono il messaggio e lo schernirono ed altri invece volevano saperne di più. Alcuni sono anche diventati credenti. Che storia potente, e sarà un’esperienza meravigliosa per i nostri studenti imparare di più sulla storia di questo popolo, una storia che è stata ben preservata in così tanti modi.

Stiamo anche organizzando la vita studentesca: sarà un tempo meraviglioso nel quale crescere nei doni attraverso evangelizzazioni nelle città storiche vicine, come Treviso, Ferrara e Padova. Lo staff sta lavorando sul calendario delle lezioni, e saranno offerti corsi che daranno agli studenti un’ampia panoramica della Parola. Durante l’estate, alcuni membri dello staff lavorano ancora di più avendo adesso l’incontro dei giovani ogni settimana. Il gruppo dei giovani è entusiasta quando gli studenti arrivano perché possono spendere del tempo con loro. Questi sono un grande esempio per i giovani perché hanno preso questo cammino sul serio! Si recano in una diversa nazione per studiare la Parola e vedere quale tipo di opera missionaria il Signore sta svolgendo qui. Quando gli studenti osservano gli studenti ed i missionari, vengono stimolati nella loro fede in diversi modi.

Non vediamo l’ora di vedere cosa Dio ha in serbo per lo staff, gli studenti e la chiesa il prossimo semestre. Come staff, stiamo pregando per gli studenti affinché il Signore possa lavorare nei loro cuori riguardo tutto ciò che ha preparato per loro questa prossima stagione e che possa incontrare ogni loro bisogno. Unitevi a noi in preghiera

 

EX-ALUNNA: Bethany e Lorenzo Gemma

Ciao, Mi chiamo Bethany e vengo dalla città di Modesto, in California.

Nella mia vita, il Signore mi ha benedetta dandomi il privilegio di crescere in un famiglia cristiana, i quali mi hanno insegnato la parola di Dio già dalla mia fanciullezza.
All’eta di 13 anni ho deciso di seguire Cristo Gesù come mio personale salvatore, da questa decisione ne scaturì un viaggio missionario in Russia ( con la mia cara nonna, che organizzo il viaggio ), il quale cambiò definitivamente la mia vita e mi diede un desiderio di servire il Signore, nel campo missionario.
Negli anni successivi, durante il mio periodo all’università UVU dello stato dello Utah, durante il corso di preparazione come infermiera, decisi che quello non era abbastanza per la mia vita, ma che volevo qualcosa di più.
Un giorno durante una conversazione con mia madre, lei mi ricordo del mio desiderio per la missione e lo studio della parola di Dio, al che cominciai a pregare e Dio mi guido attraverso un primo semestre all CCBC Murrieta California nell anno 2007, ne segui un secondo, sempre alla CCBC Murrieta.
Al terzo semestre, cominciai a pregare, per quella che era stata la mia chiamata nella missione anni prima, che il Signore avrebbe potuto aprire una strada e rendermi chiaro, il suo progetto, per la mia vita.
Avendo saputo della nuova apertura dell CCBC Italy nel 2008, presi quella notizia come una risposta dal Signore, perché l’Italia era già sul mio cuore da un po di tempo, ancor prima di quella notizia.
Ero cosi emozionata di essere parte di quel primo semestre li in Italia.
Nonostante la scuola mi avesse offerto un semestre speciale, allo stesso tempo assaporai la vita in missione e mi resi conto delle enormi difficoltà di percorso.
Anche se in un primo momenti, pensai che quella sarebbe stata la mia unica esperienza in Italia, il Signore mi spinse a tornare li, per un altro semestre.
E così fu e il Signore cominciò a mostrarmi la sua bontà, non solo nella sua parola ma anche nel ministero stesso: speakers week in Austria, un viaggio missionario in Norvegia, l’incontro di nuovi fratelli e sorelle in Cristo da tutto il mondo e l’opportunità di poter essere usata dal Signore in situazioni e modi che non mi sarei mai aspettata.
Credo fermamente che il Signore abbia usato un periodo di test, durante i miei 2 semestri in Italia, per preparare la mia vita a dipendere esclusivamente su di Lui.
Nel mio primo giorno alla CCBC Italy, un gruppo di noi studenti si fermò a visitare la chiesa, li incontrai un ragazzo che lavorava per il ministero della musica e che quel giorno stava sistemando il palco per l’incontro infrasettimanale.
Incrociai ancora quel ragazzo durante qualche domenica, ma non avemmo mai l’opportunità di parlare, fino all’ultimo giorno del mio primo semestre in Italia.
Dopo una gita della scuola sulle Dolomiti.
Scambiammo poche parole durante il tempo in macchina, anche perché la lingua era un grande ostacolo.
Dopo il mio ritorno negli USA ci scambiammo alcune e-mail, nelle quali scrivevo delle mie scarse intenzioni di tornare in Italia, e della vita di tutti i giorni, ma attraverso tante situazioni miracolose, il Signore mi spinse a tornare.
Provai a cercare una strada alternativa, cercando spazio in altri posti in europa, ma il Signore mi mostro in maniera estremamente chiara, la sua volontà di riportarmi in Italia.
Speravo di poter completare il mio iter scolastico in Israele, ma per una serie di circostanze, il campus rimase chiuso quel semestre.
Il Signore aveva un piano diverso per la mia vita.
Incontrai ancora quel ragazzo in Italia, Lorenzo, cominciammo a passare più tempo insieme, fino a quando mi propose di sposarlo.
Nel 2010 ci fu il gran giorno. Oggi abbiamo un bimbo di 2 anni, il suo nome é Jaiden.
Lorenzo lavora in aeronautica militare e subito dopo il nostro matrimonio venne spostato a Ferrara.
gemma 2
I primi 2 anni furono abbastanza difficili, non avevamo una famiglia cristiana intorno a noi, avevamo solo l’un l’altro. Il Signore però continuava ad incoraggiarci e sostenerci, che quella era la sua volontà.
Oggi abbiamo una piccola chiesa dove ci incontriamo 2 volte a settimana, Lorenzo insegna la parola e io servo per il ministero dei bambini e della lode.

gemma

Anche se la mia storia potrebbe sembrare entusiasmante ed avvincente, ci sono stati tempi di insicurezza, nostalgia di casa, paure; dove tutte le mie certezze umane, sono venute meno.
Oggi mi rendo conto che forse questo é proprio ciò che voglio per la mia vita, essere usata dal Signore, poiché in Lui ho trovato la certezza di una vita, non più basata sulle circostanze esterne, ma su una stabilità interiore.
Prega per:
1) Il nostro matrimonio e famiglia
2) La crescita di questa nuova chiesa
3) Che possiamo essere sempre focalizzati sul Signore
Se hai voglia di vedere come il Signore opererà attraverso le nostre, vite ed anche le tue preghiere per noi, possiamo tenerci in contatto.
Lascia che Egli guidi la tua vita, ed osserva come Lui la benedirà.
Dio ti benedica.
Lorenzo e Bethany Gemma.


MISSONARIO OSPITE

KAMPALA, UGANDA

John e Lily Eastham si sono incontrati quando studiavano farmacologia. Hanno iniziato a servire insieme nel 1993 sul campo missionario internazionale attraverso il Progetto Compassion, un gruppo evangelico medico missionario. Hanno viaggiato in molte nazioni in America Latina, Asia, Europa ed Africa.

I primi viaggi di John si sono svolti in Africa nel 2000 e nel 2002, dove ha partecipato a diversi viaggi medici in Malawi e in Kenya e dove ha sentito per la prima volta la chiamata da parte di Dio per l’Africa. Dopo alcuni viaggi in Uganda nel 2006 e 2007, sia John che Lily hanno sentito il grande desiderio per loro famiglia di servire il Signore in Africa. Nel 2011, John ha lasciato la carriera di farmacista ospedaliere per studiare con “Far Reaching Ministries”, e l’anno dopo si sono trasferiti in Uganda con la loro famiglia di 5 membri.

Come Direttore delle Operazioni alla Calvary Chapel Kampala, la capitale dell’Uganda, John interagisce con tutti i ministeri della chiesa. Insegna lo studio biblico settimanale e sovraintende la traduzione delle risorse bibliche nelle due lingue locali ugandesi. I figli ricevono l’educazione scolastica a casa e Lily è la loro insegnante; Lily serve anche nel ministero delle donne, dove inizierà presto un nuovo gruppo di discepolato.

Il 28 Agosto la CC Kampala aprirà la scuola biblica! Per favore, pregate per quest’opera ed anche per la volontà del Signore riguardo l’iniziare la scuola domenicale per i ragazzi dagli 11 a 14 anni.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla famiglia missionaria di John e Lily Eastham su

Eastham family portrait

http://www.maranathachapel.org/

http://www.maranathachapel.org/filerequest/6501

http://easthamsinafrica.blogspot.it/